Si ringrazia per avere reso possibile la realizzazione grafica e l'elaborazione del materiale divulgativo di questo sito:
ElencoPuntato SELZ Foundation New York



5 agosto 2012

L’Officium

Il concetto di officium è particolarmente importante per il mondo latino. Esso indica i doveri e gli obblighi morali al quale un uomo romano non può sottrarsi. Esprime l’idea alta e positiva che ognuno debba adoperarsi per la propria società civile, con onestà e intelligenza: “ciò che si fa secondo ragione, questo chiamiamo dovere” (Quod ratione factum est, id officium appellamus, Cicerone, De finibus bonorum et malorum, 3, 58).

 

È sempre Cicerone, che dedica un’intera opera a questo tema, il De officiis, ad affermare che “nessun genere di vita, pubblica o privata, può essere priva di officium” (Nulla enim vitae pars neque publicus neque forensibus neque domesticis in rebus,[…] vacare officio potest, De Officiis, I, 4).

 

Così, anche nella villa di campagna, vi erano spazi preposti all’esercizio di questi doveri, in particolare, come suggerisce l’architetto Vitruvio, l’atrio e il vestibolo dovevano essere adatti a tale funzione, così che i nobili, avendo a che fare con molte persone e dovendo sostenere molte responsabilità, avessero ampi ambienti in cui compierle e gestirle.