Si ringrazia per avere reso possibile la realizzazione grafica e l'elaborazione del materiale divulgativo di questo sito:
ElencoPuntato SELZ Foundation New York



6 agosto 2012

L’obelisco di Costanzo II

Con i suoi 32 metri è il più antico e il più alto obelisco di Roma, conosciuto come l’obelisco lateranense. L’opera colossale, realizzata in granito rosso nel XV secolo a.C. dal sovrano egizio Thutmosis III e proveniente dal tempio di Amon dell’antica Tebe, attira l’attenzione dell’imperatore Costantino all’inizio del IV secolo d.C., il quale cerca di trasportarla a Costantinopoli, nella “nuova Roma”. La sua morte nel 337 ferma l’impresa. Successivamente il figlio, Costanzo II (317-361 d.C.), riprende il progetto, destinando l’opera a Roma. Una lunghissima barca viene appositamente costruita per il suo trasporto e l’obelisco viene innalzato nel Circo Massimo, adornato sulla cuspide da una fiaccola bronzea che fiammeggiava realisticamente ai raggi del sole. Crollato a seguito di un incendio, rimane interrato per molti secoli; nel 1588 esso viene ritrovato e, per volontà del papa Sisto V, ricollocato davanti alla basilica di San Giovanni in Laterano, dove ancora oggi si può ammirare.

 Obelisco lateranense dopo i restauri terminati nel 2008 in Piazza San Giovanni, Roma (foto di AndrewRm, tratta da it.wikipedia.org jpg

Obelisco lateranense dopo i restauri terminati nel 2008 in Piazza San Giovanni, Roma (foto di AndrewRm, tratta da it.wikipedia.org