Si ringrazia per avere reso possibile la realizzazione grafica e l'elaborazione del materiale divulgativo di questo sito:
ElencoPuntato SELZ Foundation New York



6 agosto 2012

L’obelisco del circo nel mosaico della palestra

La questione della datazione del mosaico che decora la palestra delle terme è assai dibattuta. Sebbene la posizione decentrata dell’obelisco faccia propendere per un’esecuzione tra il 327 e il 357 circa, la questione è tutt’altro che risolta. La sua conformazione fa discutere gli studiosi che si dividono tra chi ritiene che si tratti dell’obelisco di Augusto, poiché riproduce le figure scolpite nell’originale, o dell’obelisco di Costanzo II, per la particolare terminazione a punta che imita una fiaccola, che doveva caratterizzare l’opera.

 

Coloro che sostengono che si tratti del secondo propendono per una data successiva al 357 d.C., anno della sua collocazione nel Circo Massimo, mentre, se fosse l’obelisco di Augusto, si può optare per due datazioni. Se la sua raffigurazione decentrata è considerata una descrizione puntuale della variazione, allora il mosaico è posteriore al 327, se invece si valuta che i mosaicisti possono aver liberamente scelto di spostarlo per esigenze compositive, per fare spazio alle figure che si muovono nella scena, la decorazione musiva può risalire anche ai decenni precedenti. Oltretutto, in un altro mosaico della villa, nel quale bambini corrono su bighe in un piccolo circo, l’obelisco è posto al centro della spina; quindi non sembra che le raffigurazioni debbano essere necessariamente seguenti allo spostamento del 327.

 

 Disegno del mosaico del circo della Villa del Casale con evidenziazione dell’obelisco decentrato sulla spina

Disegno del mosaico del circo della Villa del Casale con evidenziazione dell’obelisco decentrato sulla spina (disegno da Gentili III, 1999, p. 221, fig. 1).