Si ringrazia per avere reso possibile la realizzazione grafica e l'elaborazione del materiale divulgativo di questo sito:
ElencoPuntato SELZ Foundation New York



5 agosto 2012

Il Negotium

All’otium si affianca il concetto di negotium. Il termine nasce proprio dalla sua negazione, “nec otium”, ed indica tutte quelle attività operose proprie degli ambienti di città, dalla vita politica alla conduzione degli affari. Esso, tuttavia, non ha un significato negativo: il carattere laborioso dei latini prevede un costante coinvolgimento nell’attività pubblica.

 

Per questo, anche l’otium nella villa suburbana non è mai disgiunto dal negotium; anzi il dedicarsi ad attività letterarie e filosofiche è funzionale all’azione politica, resa più incisiva dalla propria cultura.

 

Seneca nel I secolo scrive che l’uomo saggio “starà nascosto così che, in qualunque luogo abbia celato il suo ritiro (otium), voglia giovare ai singoli e alla collettività con l’intelligenza, la parola, la saggezza; infatti non si rivela utile allo stato soltanto colui che promuove i candidati e difende gli accusati, ma anche colui che esorta i giovani, […] che sa bloccare e tirare indietro quelli che si gettano di corsa verso il denaro e il consumo sfrenato e, se almeno li trattiene, costui in privato svolge un compito (negotium) di ordine pubblico” (De tranquillitate animi, 3,3 trad. di C. Lazzarini).