Si ringrazia per avere reso possibile la realizzazione grafica e l'elaborazione del materiale divulgativo di questo sito:
ElencoPuntato SELZ Foundation New York



5 agosto 2012

Il Mosaico con scena di caccia presso la Villa del Tellaro

In questa grande scena, a differenza di Piazza e di altri esempio nordafricani, i vari episodi non sono disposti su registri distinti, ma vengono fusi tra loro, creando un quadro unitario. Nel fluire della narrazione, si distingue solo una figura femminile isolata al centro della composizione, che è stata interpretata come la personificazione dell’Africa, luogo in cui si svolgono le operazioni raffigurate; è da notare che essa porti una V nera sulla fronte secondo uno carattere stilistico proprio delle maestranze nordafricane, ritrovabile anche nei mosaici di Piazza Armerina.

Attorno a lei, tra una folta vegetazione si animano vari episodi con cacciatori che catturano le fiere con delle gabbie o con militari che danno l’ultimo assalto a tigri e leoni. Si nota anche un grande carro trainato da buoi che trasporta le fiere catturate attraverso un torrente; ad aspettarlo, sulla sponda, si nota un gruppo di tre alti funzionari, uno dei quali dotato di bastone a fungo, che ricorda la medesima composizione ritrovabile nella “grande caccia” di Piazza Armerina.
Un altro parallelismo è individuabile nella scena di banchetto all’aria aperta che occupa tutta la fascia inferiore del mosaico: i convitati si dispongono attorno ad uno stibadium, il cuscino semicircolare, disposto attorno alla mensa rotonda in cui si distingue un volatile arrostito.

 

 

 

 

 

 

 

  A6a  

Tellaro. Scene di trasporto di animali (tratta da wikimedia.org).

 

 A6b

 

A6c 

 

Tellaro. Tre funzionari che soprintendono al trasporto degli animali catturati a confronto con il gruppo presente nel corridoio della “grande caccia” della Villa del Casale. Entrambi i personaggi centrali reggono un simile bastone a fungo, simbolo di comando (tratta da wikimedia.org). 

A6d 

 

A6e 

Tellaro. Colazione all’aria aperta attorno allo stibadium a confronto con la medesima scena presente nella sala della “piccola caccia” della Villa del Casale (tratta da wikimedia.org).