Si ringrazia per avere reso possibile la realizzazione grafica e l'elaborazione del materiale divulgativo di questo sito:
ElencoPuntato SELZ Foundation New York



6 agosto 2012

Ceramica Sigillata

Si tratta di un tipico prodotto ceramico romano, che si diffonde in tutte le province dal I secolo a.C. fino al VII sec d.C.; esso si può differenziare in varie tipologie, ma in generale si può affermare che è un tipo di ceramica caratterizzato da un rivestimento particolarmente lucido, di composizione argillosa chiara molto fine, denominato ingobbio, che ha lo scopo di rendere la superficie omogenea per la decorazione.

 

La sigillata chiara africana, della quale si sono trovate testimonianze anche nella Villa del Casale, è tra le produzioni più diffuse. Tra il IV e il VII secolo essa è contraddistinta da un rivestimento arancio o rossiccio-rosato, mentre la decorazione è realizzata con motivi impressi a stampo nella ceramica prima dell’essiccazione.

 

 

 

 Villa del Casale, tazza emisferica di ceramica sigillata decorata a stampo da una ruota a piumaggio (da Gentili 1999, II, pag. 57, fig. 5)

Villa del Casale, tazza emisferica di ceramica sigillata decorata a stampo da una ruota a piumaggio (da Gentili 1999, II, pag. 57, fig. 5).